PIEDE DIABETICO, L’ULTIMA FRONTIERA NEL TRATTAMENTO NON INVASIVO È LA NUOVA LASER TERAPIA A ENERGIA MODULATA “THEAL THERAPY”

Una patologia sempre più diffusa che colpisce 300mila italiani e ne costringe 7mila ogni anno all’amputazione degli arti inferiori. Per curare il piede diabetico arriva la Theal Therapy, la rivoluzionaria tecnica laser made in Italy che sarà presentata sabato a Lucca in occasione del convengo “Piede diabetico, paradigma della multidisciplinarietà e multiprofessionalità”.

 

IFrame

 

 

Provoca il restringimento delle arterie portando alla riduzione dell’afflusso di sangue agli arti inferiori e la progressiva disfunzione dei nervi periferici. Sono questi i principali sintomi del piede diabetico, patologia sempre più diffusa e strettamente collegata al diabete mellito. Basti pensare che secondo un’indagine della Società Italiana di Diabetologia il piede diabetico colpisce 300mila italiani e ne costringe 7mila ogni anno all’amputazione degli arti. Ma non è tutto, perché secondo una ricerca americana condotta dall’American Diabetes Association il diabete colpisce 30 milioni di persone negli USA e oltre 415 milioni in tutto il mondo. Una condizione negativa che si ripercuote anche sull’economia globale: secondo una ricerca della National Health Association nel 2017 sono stati spesi oltre 850 miliardi di dollari nella cura del diabete, di cui 1 milione di dollari ogni 30 secondi per quella del piede diabetico. Per trattare al meglio questa patologia arriva un’innovativa metodica messa a punto da Mectronic, l’azienda made in Italy leader del mercato mondiale nel campo della laser terapia, la Theal Therapy (Temperature controlled High Energy Adjustable multi-mode emission Laser) ovvero la laser terapia a energia modulata e termo controllata, punto di arrivo dopo anni di ricerca, tecnologia e innovazione che ha stabilito un nuovo standard nel settore.

 
 

 

 

Piede diabetico, la cura con il laser
 
 
 
“Il piede diabetico è una patologia sempre più diffusa che, se non trattata in maniera ottimale, può portare alla perdita progressiva degli arti inferiori – spiega la dott.ssa Antonella Lapenna di Podoclinic, centro clinico podologico di Roma – Da oltre un anno ho potuto sperimentare su buona parte dei miei pazienti, di cui l’80% soffre di diabete, gli effetti terapeutici della luce laser ad energia modulata e termo controllata di Theal Therapy. Grazie alla possibilità di mixare tra di loro quattro differenti lunghezze d’onda, la laserterapia si è rivelata estremamente utile nel prevenire l’amputazione del piede.
 
 

 

 

Piede diabetico e THEAL therapy
 
 
 
Ovviamente il trattamento deve essere effettuato su lesioni possibilmente non infette e a fondo granuleggiante, non dimenticando di applicare medicazioni semplici”. Per spiegare nel dettaglio le caratteristiche di questa patologia, Mectronic sarà presente al convengo “Piede diabetico, paradigma della multidisciplinarietà e multiprofessionalità”, in programma sabato 28 settembre a Lucca in Piazza del Collegio, 13. Lo scopo dell’evento è quello di implementare e strutturare la collaborazione tra i podologi del territorio e tutti gli attori già coinvolti nell’assistenza ai pazienti diabetici secondo il modello della “comunità of practice”, come medici Specialisti e infermieri.

 

WhatsApp